Ultimo Aggiornamento 18/03/2018




DOTTORATO ALL'ESTERO, ON-LINE, IN ITALIANO!

News - Boom di dottorati tra i dipendenti pubblici: 3 anni di congedo straordinario retribuito per svolgere il dottorato all'estero.




Questa e' l'ultima novità che sta spopolando tra chiunque abbia un rapporto di lavoro con l'Amministrazione pubblica, muoversi in massa verso le Università estere alla ricerca di Dottorati idonei dove potersi iscrivere e godere di ben 3 anni di congedo straordinario retribuito per svolgere il dottorato di ricerca all'estero.

L'articolo 52 comma 57 legge 448/01 prevede che "in caso di ammissione ai corsi di dottorato di ricerca senza borse di studio o di rinunzia a questa, l’interessato in aspettativa conserva il trattamento economico, previdenziale di quiescenza in godimento da parte dell’Amministrazione Pubblica presso la quale è instaurato un rapporto di lavoro"

Tutto vero, ma le insidie sono tante, innanzitutto il dottorato ESTERO renderà tutto molto più difficile da organizzare, proprio per questo abbiamo spianato la strada agli aspiranti ricercatori italiani con un format ben definito che garantisce una consulenza totale per tutta la durata del percorso che si concluderà solo quando avrai terminato tutto ottenendo il DOTTORATO DI RICERCA per poi riprendere, con una marcia in più, la tua attività lavorativa!!!

Questo format comprende:

  • 1. Individuare il dottorato giusto tra quelli proposti dalle diverse Università europee che effettivamente calzi perfettamente con le esigenze di ogni singolo utente e idoneo al congedo straordinario retribuito.
  • 2. Attività propedeutiche documentali per omologare i propri titoli presso il ministero dell'istruzione del paese estero prescelto.
  • 3. Attività propedeutiche documentali per la gestione dell'immatricolazione all'Università erogatrice del dottorato.
  • 4. Consulenza totale per tutto il tempo necessario al conseguimento del titolo di Dottore.

Requisiti:

  • 1. Essere in possesso di una qualsiasi Laurea

Sono esclusi ai fini del congedo retribuito:

  • 1. I pubblici dipendenti che abbiano già conseguito il titolo di Dottore di ricerca.
  • 2. I pubblici dipendenti che siano stati iscritti a corsi di dottorato per almeno un anno accademico, beneficiando di detto congedo.

Riferimenti normativi:

Metti "Like" e segui la nostra pagina Facebook!

Vuoi intraprendere un Dottorato di Ricerca ed usufruire di questa splendida opportunità?

CHIEDI INFO!!!
CHIAMA SUBITO!!!
PER UNA CONSULENZA
GRATUITA
0585-026951
CONDIVIDI QUESTA PAGINA

Autorizzo Omologazionetitoli.it al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs.196/2003. - * campi obbligatori




Il dottorato di ricerca è un titolo accademico dell'istruzione superiore in molti paesi del mondo, corrispondente al massimo grado di istruzione universitaria ottenibile.

Bisogna effettuare molti viaggi all'estero?

Dipende dal tipo di Dottorato che si decide di intraprendere tra le proposte offerte dalle diverse Università europee. Il più richiesto è senza dubbio il dottorato on-line dove non necessita nessun viaggio all'estero e in alcuni casi neppure per la discussione della tesi finale.

Bisogna conoscere la lingua straniera del paese dove si sta svolgendo il dottorato?

Di solito si, pero' grazie agli accordi di collaborazione che abbiamo con le diverse Università europee abbiamo organizzato con alcune di esse la possibilità di svolgere questi dottorati bilingue in ITALIANO.

Ci sono date di scadenza per intraprendere questo percorso?

Dipende dalle diverse Università: alcune hanno date entro le quali si può procedere con le immatricolazioni, altre invece hanno le iscrizioni aperte tutto l'anno. E' bene ricordare che prima dell'inizio vero e proprio del Dottorato di ricerca è necessario compiere l'omologazione dei titoli e le relative attività documentali, produzione di certificati, traduzioni certificate, ecc...

Posso frequentare qualsiasi dottorato?

Non proprio, innanzi tutto e' bene che sia attinente al percorso di studi e/o all'obbiettivo dell'utilizzo che se ne vuole fare ma sopratutto e' di fondamentale importanza che sia uniformato al “protocollo di Bologna” e che abbia una durata di almeno 3 anni per non correre il rischio di un annullamento del titolo e/o un eventuale restituzione di quanto percepito nei tre anni di congedo straordinario per motivi di studio.

Ci sono test/esami di ammissione da sostenere?

In alcune università sono previsti test di accesso, in altre un colloquio ma tendenzialmente sottoponiamo ai nostri studenti Università che non necessitano di nessun test e/o esame d'accesso.

Qualora non dovessi svolgere le attività accademiche e di conseguenza non dovessi ottenere il dottorato di ricerca posso andare incontro a qualche problema?

Assolutamente NO, il congedo straordinario per motivi di studio non è in nessun caso legato all'esito dello stesso. In altri termini se lo passo o non lo passo non cambia nulla ai fini del congedo retribuito. In ogni caso il nostro staff di esperti legali è sempre a tua disposizione per un parere o chiarimento.

I Costi sono dilazionabili?

Assolutamente si, sia i nostri contratti che le tasse di iscrizione alle Università si possono dilazionare fino ad un massimo di 3 anni.





INVIA QUESTA PAGINA AD UN AMICO



Metti "Like" e segui la nostra pagina Facebook!

Vuoi intraprendere un Dottorato di Ricerca ed usufruire di questa splendida opportunità?

CHIEDI INFO!!!
CHIAMA SUBITO!!!
PER UNA CONSULENZA
GRATUITA
0585-026951
CONDIVIDI QUESTA PAGINA


Autorizzo Omologazionetitoli.it al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs.196/2003. - * campi obbligatori

Metti "Like" e segui la nostra pagina Facebook!